Saturday, May 30, 2020
"The Future is Now"


Lo Smart Working: la possibilità di lavorare da casa

Lo Smart working sta diventando una priorità. Il poter lavorare da remoto sta diventando fondamentale in queste settimane di emergenza sanitaria…

By Staff , in Software , at 22 Marzo 2020 Tag:,

Lo Smart working sta diventando una priorità. Il poter lavorare da remoto sta diventando fondamentale in queste settimane di emergenza sanitaria legata al nuovo COVID-19.

==> per maggiori informazioni sui nostri servizi visita il nostro sito aziendale cliccando qui <==

Curioso come alcuni lo chiamano anche lavoro agile oppure lavoro flessibile, ma la sostanza è sempre quella: lavorare da casa. Siamo consapevoli che la situazione al momento non è assolutamente facile. Proprio ieri sera il Premier Conte ha preso ulteriori restrizioni chiudendo molteplici settori produttivi, il paese rallenta, ma non si ferma e non bisogna fermarci. Quindi lavorare da casa, fare pubbliche relazioni da casa, fatturare per chi è libero professionista da casa significa iniziare a prendere tutta serie di iniziative che vadano in questa direzione.

Però bisogna fare attenzione: fare smart working non vuol semplicemente dire portare il PC del lavoro a casa e accenderlo. Andando oltre le regole da attenersi per la normativa di settore (che regola il rapporto tra datore di lavoro e dipendente e stabilisce quali siano gli obblighi delle due parti in caso di lavoro agile) si dovrà poi fare attenzione ai dispositivi utilizzati e alle piattaforme disponibili (e alla loro protezione da attacchi informatici), alle tecniche per organizzare al meglio la giornata e ai trucchi che aiutano a essere ugualmente produttivi, anche se le distrazioni possono essere dietro l’angolo.

==> per maggiori informazioni sui nostri servizi visita il nostro sito aziendale cliccando qui <==

Ma non solo problemi tecnici, ma anche operativi, è abbastanza facile intuire come lavorare da casa possa non farci dare il rendimento sperato, infatti sono fondamentalmente 3 le cose da evitare:

  • strumentazione: le cose che ci servono fisicamente e all’interno dei nostri PC
  • distrazioni: la propria casa è un generatore di distrazioni continuo, peggio se è frequentata da famigliari
  • monitoraggio del lavoro: parliamoci chiaro, i datori di lavoro hanno il terrore che chi sta a casa dorma anziché lavorare

Per quanto riguarda il mondo app, tra quelli che stanno maggiormente a cavallo tra l’uso privato e quello lavorativo ci sono certamente Skype Zoom, utilizzabili sia per fare chiamate con i propri amici e familiari che per realizzare riunioni o seguire lezioni a distanza. Senza dimenticare l’app di messaggistica più utilizzata nel mondo occidentale, ossia WhatsApp, che diventa l’ambiente per la comunicazione più immediata anche da un punto di vista lavorativo.  Ma al di là di strumenti che come si è visto possono essere utilizzati in circostanze diverse, esistono poi quei software pensati in maniera specifica per la collaborazione tra colleghi.

Comments


Lascia un commento


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »